Timbuktu

Cinema, Arte e curiosità1

“L’angoscia è la vertigine della libertà”. Soren Kierkegaard

Per la rassegna di Cinema e Psicologia oggi ho scelto per voi la più emozionante scena tratta da “Timbuktu”, film di Abderrahmane Sissako, maestro del cinema africano.

Un dramma poetico che denuncia l’estrema violenza senza mostrarla, “fotografandola” in maniera esemplare, con forza ed eleganza, raccontandola con intensità, umanità e speranza. Vietato è ridere, suonare, ballare, fumare e persino giocare a pallone ma i ragazzi “corrono verso la libertà”, come gazzelle in fuga in mezzo al sahel, giocando la loro partita proibita in una opera lirica da brivido.

Lascia un Commento

Related post